giovedì 22 marzo 2018

DISEGNARE UNA GLIMPS CON "LA LUCE"




Cosa si può fare con un timbro digitale?
Vi avverto, oggi niente esplosione dei miei soliti colori.
Ho rispolverato la mia tavoletta luminosa e, con il permesso di Veronica,
ho copiato di sana pianta una sua Glimps. 


Ma andiamo per gradi.


Ho stampato una Glimps che ho appoggiato sulla mia Tavoletta Huion
e sulla quale ho sovrapposto una pagina del mio sketchbook .


 Con una matita "morbida" (2B) ho ricalcato il disegno sottostante:
pensate che la stampa è in tono grigio chiaro (l'avevo pensata per una colorazione "no line")
ma la luminosità della tavola è così potente da far trasparire comunque il digistamp.


 Quasi terminato.


 Ora non resta che ripassare tutti i tratti a matita con un marker nero:
io ho usato due Micron Sakura 0.4 e una più sottile 0.2 per i dettagli dei capelli.



Fra un po' sarà Pasqua e poi arriveranno le celebrazioni di Sante Comunioni e Cresime.
Questo timbro mi ha fatto sempre pensare a S. Chiara
e al film "Fratello Sole Sorella Luna" di Zeffirelli (che forse i più giovani non ricordano)
nel quale sentirete proprio la canzone di S. Damiano.
... parole bellissime...

  


Io spero di avervi in qualche modo incuriosito... 
... perché con i timbri digitali non ci sono limiti alla fantasia.
  
Questa Glimps "Fascetta" la trovate nella sezione "Ceremony" dello shop on line GLIMPS.

Spero a presto... dalla vostra Eulalia.... per una volta con colori "diversi"!